Even better than U2: The Doppelgangers

Durante il periodo di Achtung Baby, e successivamente dello ZooTv, gli U2 iniziarono a demolire la propria immagine costruita nei dieci anni precedenti: mentre negli anni ’80 si concentrarono a “tirare pietre contro gli altri“, negli anni ’90 iniziarono a scagliare quelle pietre contro se stessi, accettando di far parte dello show-business in maniera intelligente e molto sarcastica. La falsa identità – il travestirsi per apparire migliore di quello che si è o addirittura far credere di essere qualcun’altro – è stata una delle armi ideologiche messe in campo per analizzare il mondo materialista degli anni ’90; analisi che fu eseguita “scivolando sulla superficie delle cose” ovvero mostrare come la tv preferisca inculcare nei telespettatori un’idea facile e asettica del mondo, mancando completamente la ricerca del vero e dei valori.

Proprio nell’idea della falsa identità rientrano i Doppelgangers (cover-band formata dagli stessi U2 in collaborazione con Kevin Godley) che imitavano nell’aspetto e nelle movenze la band di Dublino. La cover-band, inoltre, ebbe una collaborazione strettissima con gli U2 del periodo: presero parte alle riprese di Even better than the real thing esibendosi dietro la vetrina di un negozio di Londra, si spacciarono per la vera band (sempre in accordo con quest’ultima ovviamente) in varie emittenti tv venendo trasmessi in moltissimi paesi del mondo, si esibirono in varie occasioni sia dal vivo che in playback, organizzarono concerti, fecero interviste; insomma furono la realizzazione materiale della falsità del mondo televisivo, dove tutto è apparenza ma quasi mai sostanza.

I Doppelgangers esistono ancora e se volete potete raggiungerli tramite la loro pagina facebook a questo indirizzo: https://www.facebook.com/U2OfficialDoppelgangers/timeline

Vi propongo inoltre, qui di seguito, dei video molto interessanti dove si capisce meglio il senso di tutto quello appena descritto: il primo video è una intervista per Mtv dove i Doppelgangers eseguono Angel of Harlem e spiegano il loro coinvolgimento nel progetto U2; il secondo video è un’analisi specifica del videoclip di Even better than the real thing dove, mediante slow-motion, si evidenziano le scene in cui non appaiono i veri U2; il terzo video è un’altra intervista, con annessa parodia del video di Even better…, per la trasmissione “Naked City”; il quarto video è l’esibizione di Who’s gonna ride your wild horses trasmessa in 32 paesi del mondo durante uno show televisivo. Quest’ultima esibizione è inoltre inclusa nello speciale Outside Broadcast a cui si riferisce il quinto e ultimo video.

The Doppelgangers – Mtv, 1992


The Doppelgangers – “Even better than the real thing” slow motion


The Doppelgangers – Naked City, 1993


The Doppelgangers – “Who’s gonna ride your wild horses”, 1992


The Doppelgangers – “Outside Broadcast” Special, 1992

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...