“Prima notte della nostra avventura americana” | U2.com

NELL’IMMAGINE DI TESTATA: JOHNNY CASH SUL MAXI-SCHERMO DURANTE “THE WANDERER” A SAN JOSE | © U2GIGS.COM

Prima serata dei due concerti a San Jose e prima notte negli USA. Ecco cosa abbiamo scoperto:

1 – “Bene, siamo una band che viene dal North Side di Dublino, gli U2, in origine The Hype…The Miracle (Of Joey Ramone), Out of Control, Vertigo, I Will Follow, Iris (Hold Me Close) – cinque canzoni per aprire il nuovo show degli U2 attraverso cinque decenni di vita, c’è appena il tempo per prendere fiato “Benvenuti alla prima notte della nostra avventura americana…

2 – “Uno show degli U2 arriva carico di altissime aspettative e quasi euforiche anticipazioni, a causa del paragone culturale che ha alle spalle. E’ un livello praticamente irraggiungibile, ma è esattamente ciò che l’influente rock band irlandese ha fatto l’altra sera per più di due ore. Uno show sfumato di tecnologia, un rock da arena magnifico, brillantemente assurdo, racchiuso tra un inizio e una fine roventi…” [From the USA Today review of the show]

3 – Non ci sono band di supporto per questo tour, ma ci sono svariati “atti” – nella pausa tra il primo e il secondo, la band lascia il palco per alcuni minuti e il grande schermo cattura completamente la vostra attenzione. La scorsa notte è stato il momento – in anteprima assoluta – della nuova interpretazione di The Wanderer, collaborazione della band con Johnny Cash in Zooropa del 1993. Un ipnotico capolavoro visivo, dal quale è impossibile distogliere lo sguardo mentre il viso della defunta, grande icona musicale americana, invecchia sempre più.

‘I went out walking through streets paved with gold
Lifted some stones, saw the skin and bones
Of a city without a soul
I went out walking under an atomic sky
Where the ground won’t turn and the rain it burns
Like the tears when I said goodbye.

Yeah, I went with nothing, nothing but the thought of you.
I went wandering…’

4 – Ci sono molti palchi nello show: il palco principale, il palco all’interno dello schermo, la passerella sotto lo schermo, e il palco “E”, ove quest’ultima sta per Experience. La band è dappertutto, probabilmente non è mai stata così tanto vicina al suo pubblico in nessun’altro concerto prima d’ora. Quando i quattro sono insieme, vicini, sul palco “E”, quando le luci si alzano, quando tutti possono vedersi a vicenda cantare insieme When Love Comes To Town e Angel Of Harlem, allora diventa incredibile. When Love Comes To Town è stata dedicata nuovamente a B.B. King, “un principe, regale in ogni modo” – mentre Angel of Harlem è stata dedicata al’ottantacinquenne Reverendo Cecile Williams, ministro della Glide United Memorial Methodist Church di San Francisco, presente al concerto.

5 – Bono ha messo in chiaro le cose nel primo break, cavalcando il tema della Innocenza e dell’Esperienza, chiedendo al pubblico: “Potete ancora provare innocenza dopo tutti questi anni?” Non è sempre una domanda facile con gli U2. A oggi, numerose generazioni possono dire di avere gli U2 nella storia della loro vita; le grandi canzoni del loro passato li hanno portati a Lunedì notte, a cantare tutti insieme le loro hit, con un fervore quasi religioso. Allo stesso tempo, la band ha chiesto al pubblico; “Dove sta la nostra innocenza dopo i fatti di Ferguson e durante la crisi dell’AIDS? Cosa abbiamo imparato dall’impegno di Martin Luther King, Jr. e dal conflitto in Irlanda? Possiamo diventare cittadini del mondo? Cosa è magico e cosa è un trucco?
Forse questo è ciò che sanno fare meglio gli U2. Sulla scia di migliaia di cellulari luminosi e di tentativi di selfie, essi sono ancora una band che può inserire un pò d’umanità, carità e mistero nella furia devastante del Rock’n’Roll. Lunedì è stato contemporaneamente nostalgico e ristoratore, e si avvertiva anche un pò d’innocenza. [From the Metro Silicon Valley review of the show]

Fonte: U2.com | Traduzione: Angelo @Noodles105 | Revisione: Gabriel Cillepi & @Elivox92

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...