“Gloria a Chicago” | U2.com

Nell’immagine di testata: gli U2 si esibiscono a Chicago [29 Giugno 2015] | Photo By: Cind75 | VIA: U2Start.com

Sorprese durante tutta la notte per il terzo spettacolo a Chicago. Eccone alcuni dei nostri:

Questa è la prima volta che suoniamo questa canzone in circa 20 anni…

“I try to sing this song
I try to stand up
But I can’t find my feet
I try to speak up
But only in you I’m complete…’

In realtà sono quasi dieci [anni], l’ultima volta che fu eseguita Gloria era il Dicembre del 2005 durante il Vertigo Tour, ma [per] una canzone che ha 34 anni non mostra segni d’invecchiamento.

La band ha suonato per la prima volta in questa città nel 1981 e i ricordi rimangono vividi. “Chicago, città dalle grandi spalle…grazie grazie…E’ nel cuore dell’America che troviamo la testa dell’America, questa è la verità, e lo abbiamo saputo fin da quando abbiamo suonato al Park West, un piccolo locale…esiste ancora? Sarebbe bello suonarci qualche volta. Sarebbe bello suonare in un piccolo club, sarebbe bello suonare nuovamente al Park West…nota a noi stessi…ma il nostro compito stasera è quello trasformare lo United Center in un piccolo club. Come stiamo andando?” (da quello che si sente stanotte si direbbe non male…)

The Wanderer, da Zooropa del 1993, è il brano che suona ogni notte alla fine del primo “capitolo” durante la storia dell’iNNOCENCE + eXPERIENCE Tour. L’immagine inconfondibile di Johnny Cash sugli schermi, quella voce inconfondibile risuona nell’arena. C’è stato un altro grande collegamento stanotte.

‘You say you want diamonds on a ring of gold
You say you want your story to remain untold…’

All I Want is You ricorda a Bono del viandante di sé stesso. “Avverto lo spirito di Johnny e June Cash nell’arena stanotte…potrebbe essere perché John, il loro figlio, è qui. E’ diventato un nostro buon amico…quando io penso al loro amore, bellissimo, misterioso, complicato, stupendo amore…Johnny, June..

All the promises we make
From the cradle to the grave
When all I want is you…

Lucifer’s Hands è tornara nella setlist stanotte, per la seconda volta nel tour.

Gay Pride nel nome dell’amore..questo è un momento per parlare di pace..e..amore“. Quel momento è avvenuto durante Pride (In The Name Of Love) quando Bono si è avvolto in una bandiera arcobaleno, ma c’è stato anche un altro momento, tra cui Beautiful Day (‘rainbow colours right in front of you…‘) (colori arcobaleno proprio di fronte a te..) e One, con Bono che parlava di quanto la band sia orgogliosa di essere in questa città durante lo storico weekend del 46esimo “Pride Parade”. “Buon lavoro America per ‘proseguire sulle orme della nostra piccola nazione…vi abbiamo preceduto…gli Irlandesi, hanno messo la parola gay nel gaelico.” “L’amore è la legge suprema, l’amore comanda, l’amore vince, l’amore è tutto…

Fonte: U2.COM | Traduzione: Angelo @noodles105
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...