“Satellite Of Love” sopra New York | U2.com

Nell’immagine di testata: Bono e The Edge a New York [23 Luglio 2015] | Photo By: Mary Juric | VIA: U2Start.com

Questo è l’atto della resa, e noi ci arrendiamo a voi questa sera, al Madison Square Garden. E voi siete la ragione per cui siamo qui. Voi ci avete portati qui. Così ci arrendiamo‘.

Lo sapevate che ieri era il John Lennon Day a New York City? Io e The Edge abbiamo trascorso il pomeriggio a Ellis Island, con Lady Liberty alle nostre spalle…e Yoko Ono di fronte a noi. Eravamo lì per Amnesty International e ho detto all’assemblea li’ radunata che i Beatles erano in realtà…irlandesi! Non solo John, ma tutti i Beatles erano irlandesi…e ci sto provando da oggi. OK? Ho provato a Liverpool, non è andata così bene, ma a New York, sta andando alla grande!
Iris (Hold Me Close) è dedicata a tutte le madri, ma in particolare a Julia, la madre di John Lennon.

La novità di The Fly prima di Invisibile, scambiata da The Wanderer, ha [fatto si] che alcuni fans tornassero a [seguire] il tour solo per vederla. ‘Anche se ho visto i primi due spettacoli a Vancouver,‘ ha tweettato @MartinKendell ‘voglio volare a New York perché solo così posso vedere il segmento video con The Fly nell’intervallo!

@U2BROTHR, nel suo casco discoball, era di nuovo sotto i riflettori per Mysterious Ways ed è rimasto per filmare Elevation su Meerkat. La tribute band di Mark, gli Acrobat, era sul palco a Toronto per suonare Desire e stasera ha fatto un altro bel lavoro. Sul palco ‘e’ Bono inoltre ha reso omaggio a Alyssa – la donna che ha chiamato il 911 dopo la sua caduta in bicicletta a Central Park lo scorso anno – e a “Engine 44′ The Fighting Irish’ che mi ha preso da terra.
Stasera quegli stessi vigili del fuoco hanno offerto a Bono un Jameson che egli ha accettato con gratitudine e lo han invitato a cena nella caserma dei pompieri. Come uno di loro ha specificato: “Ti rattopperemo così che tu possa esibirti di fronte a milioni di persone ogni anno. Saremo sempre qui a prenderci cura di te. Fighting 44, hoorah!

Subito dopo questo c’è stata una bella sorpresa, con The Edge e Bono che hanno onorato Laurie Anderson – che assisteva al concerto – ricordando il grande Lou Reed.
Sono passati 30 anni, la scorsa settimana, da quando il nostro gruppo ha suonato al Live Aid a Londra, alla Wembley Arena. In quell’occasione, abbiamo inviato un segnale a qualcuno che amavamo molto…nel suo appartamento qui a New York. Lou Reed, come tutti gli altri, era a guardare la televisione, e lui ha trovato questo messaggio che abbiamo inviato via satellite e siamo diventati amici. E ‘stato il poeta laureato di New York City, possiamo essere d’accordo? E abbiamo il privilegio di avere la sua compagna qui, Laurie Anderson, che è un’altra straordinaria amica che ci è stata donata. Quindi, vogliamo suonare per lei, e per tutti voi, una sua canzone, che parla di quel momento in cui le amicizie iniziano in quei casuali, momenti straordinari. Vediamo se si può chiamare lo spirito di Lou….

Ventidue anni dopo la sua ultima performance completa della band (10 dicembre 1993), Satellite Of Love si unisce all’elenco – sempre in espansione – dei brani eseguiti nel tour, e, proprio come in quei giorni dello ZooTV Tour, il poeta laureato di New York City compare sugli schermi con la voce sincronizzata per il duetto. ‘Il sempre presente Lou Reed.

Su Beautiful Day ha menzionato Rolling Stone e Jann Wenner così come ‘Jessica Chastain proprio davanti a te‘ (invece di ‘Guarda la Cina proprio davanti a te‘) e uno snippet di I Remember You dei Ramones, che è diventato ‘un messaggio nato nel Queens, da parte di Joey‘.

E poi, quando si pensa che non ci possono essere altre sorprese, sopra il ritornello dolce della intro di Mother & Child Reunion, accade questo: ‘C’è qualcuno qui stasera, che è straordinario in tutti i sensi, e abbiamo usato la sua canzone per raccontare il problema dell’HIV che fa più male, la trasmissione del virus da una madre al suo bambino non ancora nato. Abbiamo dovuto trovare la canzone più straordinaria. Paul Simon è qui, ad assistere al concerto.

E con lo stesso Paul Simon che cammina sul palco, Bono gli passa il microfono.

‘No I would not give you false hope
On this strange and mournful day
But the mother and child reunion
Is only a motion away, oh, little darling of mine….’

VIA: U2.COM | Traduzione: Daniela @DaniDpVox
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...