“Red Hill Mining Town (2017 Mix)”: la versione completa e le dichiarazioni di Steve Lillywhite

Nella giornata di Pasqua sull’emittente radiofonica RTÉ 2fm, durante il programma di Dave Fanning, è stata trasmessa in anteprima mondiale la nuova versione di Red Hill Mining Town, remixata da Steve Lillywhite in occasione dei trent’anni di The Joshua Tree — è possibile riascoltare il brano qui posizionandosi a 1:20:36.

La canzone sarà pubblicata su vinile il 22 aprile prossimo, in edizione limitata picture disc — in sole 7000 copie — e sarà inclusa nel box speciale dell’album, in uscita il 2 Giugno, insieme ad altri brani remixati.

Gli U2 hanno già svolto in passato operazioni simili, andando a ripescare demo e outtakes per poi completarle e rilasciarle come materiale inedito all’interno di riedizioni particolari: pensiamo a Disappearing Act per il 25esimo anniversario di The Unforgettable Fire, Birdland (Wave of Sorrow) per il 20esimo anniversario di The Joshua Tree o tutto il cd “Kindergarten” con le versioni primordiali dei rispettivi brani finiti su Achtung Baby.

A differenza dei primi due brani citati — registrati e rielaborati rispettivamente nel 2009 e nel 2007 — e del cd Kindergarten, Red Hill Mining Town (2017 Mix) è una sorta di ibrido tra il 2017 e il 1987:

  • Bono e The Edge hanno registrato delle nuove parti vocali;
  • solamente le strofe sono state ricantate da Bono;
  • The Edge ha registrato dei nuovi cori;
  • i ritornelli, e la parte finale, sono presi dai take del 1986/87;
  • il nuovo mixaggio aggiunge le parti orchestrali della brass band che, all’epoca, dovevano far parte dell’arrangiamento finale.

In questa intervista – a cui ha preso parte anche Bill Flanagan – Steve Lillywhite dichiara che Bono ha voluto ricantare le strofe del brano poiché non lo soddisfacevano pienamente. La proposta di un nuovo mixaggio è quindi scaturita dallo stesso cantante che ha contattato Lillywhite mentre quest’ultimo si trovava in Indonesia. Il produttore, inoltre, aggiunge che Bono preferirebbe la sua attuale vocalità rispetto a quella del 1987, e che abbia deciso di reincidere le strofe perché convinto di poterle interpretare meglio. Lillywhite, infine, spiega che il nuovo mixaggio ha dato modo di sistemare tutti gli errori commessi all’epoca.

Nel tweet sottostante Lillywhite chiarisce infatti che la nuova registrazione non ha niente a che fare con un’eventuale facilitazione vocale per Bono — si era ipotizzato per l’imminente trasposizione live di Red Hill Mining Town — bensì essa è legata semplicemente alla volontà del cantante di migliorare la sua performance.

Personalmente penso che la band abbia voluto rilasciare un prodotto che ricalcasse il più fedelmente possibile ciò che avremmo potuto ascoltare in un ipotetico “alternative mix” dell’epoca, limitandosi a reincidere le parti necessarie al suo completamento.

Sulle vere potenzialità della band, ovviamente, si dovrà aspettare poco meno di un mese quando avrà inizio il The Joshua Tree Tour 2017.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...