“You’re The Best Thing About Me”: le mie impressioni a caldo

You’re The Best Thing About Me — primo singolo degli U2 dall’album Songs Of Experience — prende a piene mani le sonorità dance che avevamo già sentito nella ben più articolata The Crystal Ballroom portandole però verso un pop ancor più marcato, senza compromessi da questo punto di vista. Un brano volutamente leggero con una linea melodica “assassina” che già nel remix di Kygo aveva stregato il sottoscritto.

Quello che mi ha catturato positivamente è la chitarra di The Edge (finalmente!) protagonista del brano — insieme al basso sintetizzato di Adam — che spazia dalle ritmiche funk agli arpeggi melodiosi del ritornello carichi di delay. The Best Thing farà storcere il naso a molti fan, ma questo sarebbe accaduto con qualsiasi canzone avessero pubblicato gli U2. L’idea che mi son fatto è che siamo di fronte al potenziale miglior singolo di lancio dai tempi di Vertigo — ovviamente dal punto di vista commerciale.

Dal lato puramente musicale ci sono diversi elementi che mi hanno lasciato interdetto, soprattutto nel mixaggio: quest’ultimo dà l’impressione di essere “scattoso” con alcuni passaggi repentini che fanno pensare ad un “taglia e cuci” tra diversi take di registrazione — è molto evidente alla fine del primo ritornello e l’inizio della seconda strofa. Potrebbe trattarsi di una “radio edit”, una versione accorciata per le radio a fini promozionali. Come sempre c’è da attendere l’album per pareri definitivi.

Dal punto di vista ritmico mi piace di più rispetto The Blackout — dove Larry Mullen e The Edge li trovo fin troppo sottotono — con una batteria coinvolgente e un basso ancora una volta ricco di groove. Adam al momento è l’elemento della band che si sta dimostrando in formissima. Il ritornello di The Best Thing riesce a catturare l’ascoltatore sin dal primo ascolto, a differenza di The Blackout che, personalmente, adoro durante le strofe ma perde molto nel ritornello, rendendo un brano atipico sin troppo lineare, indizio che mi ha fatto pensare ad un compromesso per rendere il brano “appetibile” al pubblico quando, invece, doveva mantenere un mood ben più oscuro.

You’re The Best Thing About Me, al contrario, suona più sicura su tutta la linea: deve far ballare e divertire, e lo fa molto bene con un arrangiamento non troppo “easy”. Il bridge con la parte cantata da The Edge la trovo fantastica. All’interno dell’album questo brano potrebbe essere il momento di distensione a fronte di molti brani ben più impegnati come, ad esempio, The Blackout che senza dubbi è un brano ben più complesso e stravagante, a tratti anti-melodico e con una struttura asimmetrica dal punto di vista dell’arrangiamento.

Rimane il fatto che, per me, la miglior canzone rimane sin’ora The Little Things That You Give Away.

Curiosità finale: nel video — al minuto 1:46 — si vede un foglietto con una foto di The Fly che viene accartocciata e buttata via. Che sia un chiaro intento di distaccarsi da quel passato tanto glorioso quanto ingombrante?

Testo

“When you look so good
The pain in your face doesn’t show
When you look so good
And baby you don’t even know
When the world is ours
The world is not your kind of thing
Full of shooting stars
Brighter as they’re vanishing
Oh you’ve seen enough
To know it’s children who teach
You’re still free enough
To wake up on a bed or a beach

You’re the best thing about me
The best thing that ever happened a boy
You’re the best thing about me
I’m the kind of trouble that you enjoy
You’re the best thing about me
The best things are easy to destroy
You’re the best thing about me
The best thing about me

I been crying out
How bad can a good time be
Shooting off my mouth
That’s another great thing about me

I have everything, but I feel like nothing at all
There’s no risky thing for a man who’s determined to fall

You’re the best thing about me
The best thing that ever happened a boy
You’re the best thing about me
I’m the kind of trouble that you enjoy
You’re the best thing about me
The best things are easy to destroy
You’re the best thing about me

Why am I
Why am I walking away [walking away]
Why am I walking away [walking away]

I can see it all so clearly
I can see what you can’t see
I can see you love her loudly
When she needs you quietly

You’re the best thing about me
The best things are easy to destroy
You’re the best thing about me

Why am I
Why am I walking away [walking away]
Why am I walking away [walking away]”

Grazie a U2start.com per il testo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...