Belfast 1 | Irlanda del Nord [18/11/2015]

Nell’immagine di testata: gli U2 a Vancouver durante “Sunday Bloody Sunday” | Photo By: Alfred Hermida | VIA: U2Start.com

Gli U2 tornano sul palco dopo i terribili attentati terroristici di Parigi del 13 Novembre scorso, che hanno causato, tra le altre cose, l’annullamento dei due concerti finali che la band doveva tenere nella capitale francese.

La band ha reso omaggio alle vittime recandosi al Bataclan per portare dei fiori, una dedica e pregare. Successivamente Bono ha rilasciato un’intervista telefonica al DJ Dave Fanning dove ha dichiarato: “La musica è molto importante. Credo che il compito degli U2 sia di suonare e non vedo l’ora di tornare a Parigi per i nostri concerti, e da quello che sto sentendo, grazie ai messaggi che stiamo ricevendo dai fans, è che queste persone (i terroristi ndr.) non hanno alcun diritto di dirci cosa dobbiamo fare. Non decideranno come dobbiamo vivere.”

L’iNNOCENCE + eXPERIENCE Tour riprende la sua marcia trionfale, e il caso vuole che si riprenda proprio da Belfast, Irlanda del Nord, “casa” dell’IRA e di quei Troubles che in passato hanno dilaniato la terra natia della band di Dublino.

Nelle scorse settimane, a proposito di tali concerti, Jim Rodgers – Lord Mayor di Belfast – ha duramente criticato la scelta della band di suonare la sequenza Sunday Bloody Sunday/Raised By Wolves, dicendo: “Devono assolutamente cambiare la setlist prima di suonare a Belfast perché sono sicuro che molti fans, come me stesso, sarebbero veramente atterriti se non lo facessero. […] Se non lo accetteranno spero solo che non ci sarà una reazione sgradevole nei loro confronti perché sarebbe assolutamente terribile, ma credo fermamente che loro siano consapevoli. Nel peggiore dei casi ci potrebbe essere una rivolta se non modificano il loro materiale.

The Edge – durante un’intervista per Hot Press fatta da Olaf Tyaransen – ha così risposto a tali accuse: “Penso che la risposta è che ci sarà, ma prenderemo di sicuro in considerazione la sensibilità [del pubblico] per il modo di presentare lo show. […] Questa è una cosa di cui ho iniziato a parlare ai nostri ideatori dello show mesi fa. Tutto ciò non vuole essere una risposta ai commenti dei media: ce lo siamo sempre chiesti, perché siamo consapevoli che a Belfast ci sia una differente sensibilità. Il motivo è nello show in se, e rimarrà nello show, poiché Raised By Wolves, come altre canzoni dell’album, racconta esperienze personali su un evento che ci ha colpito e riguardato tutti noi, al tempo. […] Sarà molto interessante ed eccitante, non solo suonare a Belfast, ma anche a Dublino, perché questo album riguarda davvero noi stessi.”

Venendo al passato della band, gli U2 si sono esibiti nove volte a Belfast – ovviamente escludendo i due show di quest’anno:

  • La prima volta fu il 15 Novembre 1979 il primo concerto in assoluto al di fuori della Repubblica d’Irlanda. Purtroppo la scaletta dello show è sconosciuta;
  • La seconda esibizione risale al 1 Febbraio 1980: tra il pubblico era presente Annie Roseberry della Island Records e gli U2, da lì a poco, saranno scritturati proprio dalla casa discografica – avverrà il 26 Febbraio dello stesso anno dopo un concerto a Dublino;
  • La terza performance risale al 17 Dicembre 1980, anche in questo caso la scaletta è sconosciuta;
  • La quarta presenza a Belfast è del 23 Gennaio 1981 e si tenne alla McMordie Hall Queen’s University: un concerto elettrizzante, caratterizzato dalla tipica “irrequietezza” e passione del giovane Bono.
  • Il quinto concerto è del 20 Dicembre 1982 alla Maysfield Leosure Center: il concerto è famoso per via della prima performance a Belfast di Sunday Bloody Sunday, con Bono che presentò la canzone dicendo “Questa canzone parla di noi, se non vi piace non la suoneremo mai più.”
  • Dopo un’assenza di ben 4 anni, gli U2 tornano a Belfast l’8 Marzo 1987 – il giorno prima dell’uscita di The Joshua Tree – per un concerto televisivo che anticipa alcune canzoni del nuovo album e, per la prima volta, la band eseguì la cover di People Get Ready – solamente Exit e In God’s Country vennero trasmesse. Di seguito la playlist con tutti i brani.
  • Il 24 Giugno 1987, il The Joshua Tree Tour approdò a Belfast, per il primo concerto della band dal Dicembre 1982. A questo LINK un breve servizio televisivo dell’epoca sul concerto;
  • Dopo più di dieci anni dall’ultimo concerto, gli U2 tornano a suonare a Belfast il 26 Agosto 1997 al Botanic Garden per il Popmart Tour. Lo show attirò più di 40.000 fans. E’ possibile vedere tutto il concerto a questo LINK;
  • L’ultima apparizione degli U2 a Belfast, prima di stasera, risale al 18 Maggio 1998 in occasione di un concerto speciale organizzato per celebrare l’Accordo del Venerdì Santo. Bono e The Edge si unirono agli Ash per Don’t Let Me Down, subito dopo il cantante della band irlandese fece salire sul palco i leader politici David Trimble e Johm Hume che si strinsero la mano. Larry e Adam, subito dopo, si unirono per eseguire One e Stand By Me.

Con tutti questi precedenti, i concerti di oggi e domani si prospettano come i più interessanti dell’intera leg Europea.

Per le foto della serata andate QUI.

Articolo relativo al concerto: U2.com


Ore 15:30 (locali): Larry, Adam e The Edge hanno incontrato i fans in attesa fuori dalla SSE Arena.

Cattura
Larry | VIA: @sm011b5145
Belfast1 - The Edge
The Edge | VIA: @frontrowrunner
Belfast1 - Adam
Adam | VIA: @frontrowrunner

Setlist

  1. The Miracle (Of Joey Ramone)
  2. The Electric Co.” / “Send in the Clowns” (snippet) / “I Can See For Miles” (snippet) / “Van Morrison’s Gloria” (snippet)
  3. Vertigo” / “God Save The Queen” (snippet)
  4. I Will Follow
  5. Iris (Hold Me Close)
  6. Cedarwood Road
  7. Song For Someone
  8. Sunday Bloody Sunday” [acustica]
  9. Raised By Wolves” / “Psalm 23” (snippet) [è stata cambiata l’animazione finale sullo schermo]
  10. Until The End Of The World“/ “Love and Peace or Else” (snippet) / “Words” (snippet)
    [Intermission] with “The Fly (Gavin Friday mix)”
  11. Invisible
  12. Even Better Than The Real Thing“/ “Break On Through” (snippet)
  13. Mysterious Ways“/ “Burning Down The House” (snippet)
  14. Elevation
  15. Sweetest Thing
  16. Every Breaking Wave
  17. October
  18. Bullet The Blue Sky” / “Ode to Joy” (snippet) / “19” (snippet)
  19. Zooropa
  20. Where The Streets Have No Name” / “California (There Is No End To Love)” (snippet) / “All You Need Is Love” (snippet)
  21. Pride (In The Name Of Love)
  22. With or Without You” / “Shine Like Stars” (snippet)
    Encore(s):
  23. City Of Blinding Lights” [il palazzetto è stato illuminato come la bandiera francese e sullo schermo è apparso l’hashtag #StrongerThanFear]
  24. Beautiful Day
  25. “Mother and Child Reunion” (snippet) / “One” / “Invisible” (snippet)
GRAZIE A U2GIGS PER IL SUO LAVORO, PASSIONE E GENTILEZZA.

VIDEO IN EVIDENZA

“Sunday Bloody Sunday”


“Raised By Wolves”

Annunci